History Food: Campari, l’arte nella pubblicità

Campari e Depero: la voglia di reinventarsi come strategia di comunicazione!

History Food: Campari, l’arte nella pubblicità

01-campari1-610x300_


02-camoparioCorreva il lontano 1860 quando, al Caffè dell’Amicizia di Novara nasceva e si perfezionava la ricetta del celeberrimo aperitivo rosso.

Quella di Campari diventerà sin dai suoi esordi una lunga storia di successo, un mix vincente tra industria, arte, comunicazione e creatività.

Eh sì! Davide Campari l’aveva intuito da subito che il passaparola non bastava più e che, per aumentare la riconoscibilità del suo prodotto, occorreva un buon piano di marketing ed una strategia comunicativa efficace e convincente.

Così dopo essersi affidato ai migliori artisti emergenti come Sacchetti, Cappiello, Dudovich, Mora, Metlicovitz, Nizzoli, Davide Campari vede in Depero l’uomo giusto per proiettare l’aperitivo più noto al mondo nel futuro.

Con Depero (ideatore, fra l’altro, dell’iconica bottiglietta a forma di calice rovesciato) lo stile comunicativo dell’azienda si trasforma in qualcosa di nuovo: marionette robot diventano giocattoli ammiccanti che inducono al consumo, lettering e immagini si scambiano le parti giocando sul contrasto dissonante delle tinte piatte.

L’utilizzo della tecnica del collage aiuta l’artista nella creazione di immagini sagomate che riproducono personaggi favolistici: cavalieri di gomma,uomini matita, folletti, pagliacci.

03-campari-logoDopo gli anni cupi della Seconda Guerra Mondiale la comunicazione del brand continua la sua evoluzione: negli anni ‘60 l’azienda si presenta al pubblico con la ripetizione seriale del proprio logo declinato in diverse forme e colori in vero stile pop art.

Ma è la volta della comunicazione multimediale e l’aperitivo rosso approda finalmente in TV.

04-imagesCAL4Z2MR

Pensate che negli anni ‘80 e’ il Maestro Fellini a prestare per la prima volta in assoluto la sua opera alla pubblicità firmando lo spot Campari: un film di un minuto dall’atmosfera onirica e grottesca.

Negli anni ‘90 l’azienda cambia nuovamente il suo approccio comunicativo: il Campari diventa trasgressivo, sensuale, cosmopolita in due parole “Red Passion”, un brand dinamico, più giovane, rivolto a persone attente alle novità, alle tendenze.

Gli spot si riempiono di donne splendide e sexy, la forma narrativa è minima, impersonale, evocativa,il linguaggio utilizzato è trasgressivo, provocatorio e volto ad enfatizzare l’aspetto sociale del consumo.

Una breve storia che si traduce in un’esperienza sensuale e sensoriale, un contatto emozionale con il consumatore.

Quella di Campari è una storia di evoluzione e di grande tradizione, è la storia di un brand di prestigio che ha saputo da sempre anticipare le tendenze, un’icona di moda e di stile. Come dire… 153 anni e non sentirli affatto.

Segui Campari Su Twitter o Facebook

Ilaria Ciarrocchi

via http://foodadv.it/adv/history-food-campari-larte-nella-pubblicita/

Barfarm è… Design

Annunci

what do you think about

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: